La ricetta

Preparare la colazione del Ninja è molto semplice e veloce. Bastano pochi ingredienti comuni che trovi dal tuo fruttivendolo di fiducia, mezza busta di EnergyLove e un cucchiaino di Smooxi Grasshopper. E così la bontà dei Cappuccini di Frutta Lombàrdia Drinks incontra la ricercatezza e purezza delle polveri vive Smooxi.

Ingredienti per 1 persona

  • 1/2 busta di EnergyLove
  • 100ml di acqua calda (noi la scaldiamo sotto ai 45° con il bollitore RAW)
  • 1 pera bio
  • 1 mela bio
  • 1 kiwi bio
  • 1/2 limone bio
  • 1 cucchiaio di Smooxi Grasshopper

Preparazione

  1. Lava e taglia a pezzetti la pera e la mela e il kiwi.
  2. Unisci i pezzetti di pera e di mela nel frullatore insieme al succo del 1/2 limone.
  3. Frulla finchè non diventa una cream morbida.
  4. Versa la crema in una ciotola.
  5. Aggiungi il cucchiaio di Smooxi Grasshopper e i pezzetti di kiwi.
  6. Fai bollire l'acqua.
  7. Versa la 1/2 busta di EnergyLove in una tazza da té.
  8. Versa l'acqua e mescola.
  9. Noi abbiamo presentato la colazione del Ninja su di tagliere.

Se vuoi ricevere l’estratto del libro “Le ricette di Cecilia” scrivi nei commenti “vorrei ricevere l’estratto del libro” e noi te la mandiamo

Queste sono le proprietà degli ingredienti principali

Tè verde Matcha

Favorisce la concentrazione, agisce sulle onde alfa del cervello promuovendo uno stato di lucida e rilassata allerta.

Il tè verde Matcha è ricco di polifenoli, proteine, amminoacidi, vitamine e minerali. Il 50% dei suoi aminoacidi è rappresentato dalla L-teanina. Questo aminoacido dà un effetto immediato di benessere (“feel-good”). La polvere di Matcha ha un effetto positivo anche sul processo cognitivo, sull’umore e sulla capacità di rilassarsi e riposare serenamente. L’aminoacido L-teanina viene assorbito dall’intestino tenue e raggiunge il cervello attraverso il sangue. Nel cervello influisce sulle nostre onde cerebrali alfa, probabilmente grazie all’aumento di dopamina e serotonina. Queste onde cerebrali alfa, scoperte nel 1924 da Hans Berger, sono collegate con uno stato di rilassata vigilanza. E’ così che l’aminoacido L-teanina assicura un aumentato livello di consapevolezza, analogo al caffè ma senza gli effetti collaterali della caffeina.

Caffé verde

Il valore alimentare del caffè verde è praticamente nullo, ma favorisce la digestione agendo sulla peristalsi gastrointestinale. Ha proprietà toniche, facilita il lavoro cerebrale e l’attività muscolare.

Il principio attivo più noto contenuto dei chicchi di caffè verde è la caffeina, la molecola responsabile per il gusto amaro del caffè, ma anche per la sua azione sul sistema nervoso. La caffeina aumenta la vigilanza e migliora le prestazioni fisiche. Rispetto al caffè nero, il caffè verde (detto anche caffè crudo) ha un contenuto di caffeina minore, oltre che essere qualitativamente diversa. La caffeina del caffè verde, infatti, è a rilascio graduale. In pratica, con una tazzina di caffè nero la caffeina agisce entro mezz’ora, risvegliando l’organismo dal torpore, ma poi l’effetto svanisce nel giro di qualche ora. Con il caffè verde, invece, la caffeina viene rilasciata gradualmente, a livello delle mucose gastriche, per poi permanere nel sangue di più, con un effetto tonico prolungato e minori effetti collaterali.

Entrambi hanno un alto contenuto di acido clorogenico che inibisce l’enzima glucosio-6- fosfatasi responsabile per la trasformazione del glicogeno in glucosio a livello epatico. Attraverso l’inibizione di questo enzima il corpo non riesce a usare il glicogeno come fonte di energia ed è indotto a rifornirsi di acidi grassi. L’acido clorogenico contenuto nel tè verde matcha e nel caffè verde ha così un effetto brucia grassi e stimola il metabolismo a bruciare più calorie.

Vaniglia

Come tutti i cibi afrodisiaci, anche la vaniglia è un alimento molto adatto sia nei rapporti affettivi sia con l’umore, donando al corpo ossitocina e dopamina, due sostanze che danno felicità e spensieratezza (oltre ad aumentare la libido). Per secoli la vaniglia è stata usata anche come medicinale perché dà benefici al cervello e all’umore.

Erba di spelta

L’erba di spelta cresce lontana da strade e zone industriali e in prossimità del confine svizzero, su un altopiano isolato ad un’altezza di 640 metri dal livello del mare su un terreno degradato costituito da calcare conchilifero. L’agricoltore di erba di spelta semina in autunno. I semi rimangono tutto l’inverno nel terreno e, per questo motivo, le erbe si rafforzano particolarmente. L’erba giovane viene poi raccolta a mano prima della formazione dei nodi. In questa fase la sostanziosità della pianta raggiunge il suo apice nutrizionale. Raramente una singola sostanza naturale è dotata di così tante sostanze vitali, come l'erba di farro. Già nell'antica Cina era noto l'effetto del succo di erba di farro, che veniva bevuto in primavera per compensare i deficit derivati dall'inverno.

Erba di loglio

L’erba di loglio è proteica e naturalmente dolce. Dà forza e energia. Importante è che l’erba sia di coltivazione biodinamica e che venga colta quando ancora giovanissima, in modo il contenuto di fibra grezze sia ancora basso e così più digeribile.

Erba di grano

Con il termine erba di grano solitamente si intendono il grano (o frumento), l'orzo e il farro germogliati di 10-15 giorni, utilizzati fin dall'antichità per contribuire al mantenimento di un buon stato di salute. Essi hanno un elevato contenuto di sostanze indispensabili per il corretto funzionamento del corpo umano: vitamine A, beta-carotene, B1, B2, B6, PP, C, E, Calcio, Ferro, Fosforo, Magnesio, Potassio, Zinco, acido folico e pantotenico, bioflavonoidi, clorofilla, antiossidanti come il SOD, aminoacidi essenziali, enzimi attivi. Per questi motivi l'erba di grano è uno dei vegetali più completi nella sua offerta nutrizionale, superiore anche alle verdure a foglia verde.